Marchio di qualità: la norma UNI-EN 124

Le certificazioni di conformità dei prodotti sono valide solo se nel certificato è presente il prodotto oggetto della richiesta di certificazione e solo se sono state emesse dall’Ente di certificazione il cui logo o nome è riportato sul prodotto.

La norma UNI-EN 124 definisce il livello delle prestazioni dei dispositivi in ghisa per le reti stra­dali e il sistema d’assicurazione qualità per la fabbricazione dei prodotti. Essa impone un marchio di qualità che garantisce il controllo da parte di terzi delle caratteristiche richieste.
Pertanto un prodotto può dichiararsi conforme alla UNI EN 124 solamente se riporta, su coperchio e telaio, la marcatura riportata nella colonna qui a fianco e illustrata nella legenda relativa.

Marcatura

(Punto 9 della norma UNI EN 124)
Tutti i coperchi, le griglie e i telai devono riportare:
a) EN 124 (quale marcatura della presente norma)
b) la classe appropriata (per esempio D 400) o le classi appropriate per i telai utilizzati per diverse classi (per esempio D 400 – E 600)
c) il nome e/o il marchio di identificazione del fabbricante e il luogo di fabbricazione che può essere in codice
d) il marchio di un ente di certificazione
e possono riportare:
e) marcature aggiuntive relative all’applicazione o al proprietario
f) l’identificazione del prodotto (nome e/o numero di catalogo).

marcatura

Legenda marcatura:
A- Riferimento alla norma EN 124
B- Classe di appartenenza
C- Identificazione del produttore
D- Marchio dell’Ente di certificazione

Il Marchio di qualità NF - regolamento NF 110 Voirie

Il marchio NF è un marchio di qualità volontario, creato dall’AFNOR, che certifica la conformità dei prodotti ai criteri della norma EN 124 e a quelli del regolamento NF-110 Voirie (www.marque-nf.com www.afnor.fr). Per ottenere l’autorizzazione all’apposizione del marchio di qualità NF, oltre ad avere i requisiti stabiliti dalla norma EN 124, i prodotti devono superare ulteriori prove fra cui:

Prove stradali

I dispositivi delle classi D400 e superiori prima di essere ammessi al marchio NF e prima della loro commercializzazione o nei casi di modifiche successive, devono essere sottoposti a  test su strade a carattere regionale e con insediamenti produttivi il cui volume di  traffico sia di almeno 3000 veicoli/giorno. Tali strade devono permettere una velocità dei veicoli superiore a 80km/h con possibilità di frenate ed accelerazioni. La durata del test è superiore o uguale a 3 mesi con controlli intermedi.

I controlli sono tesi alla verifica dei seguenti punti fondamentali:

– comportamento del telaio
– stabilità del coperchio o griglia nel telaio
– comportamento dell’articolazione, della serratura e ogni altro accessorio in genere
– deformazione plastica del coperchio o griglia e del telaio nel suo insieme
– verifica delle superfici di appoggio (supporto elastico, ecc…)

Luogho di impiego

La classe appropriata dei dispositivi di coronamento e di chiusura da utilizzare dipende dal luogo di impiego. I vari luoghi di impiego sono stati suddivisi in gruppi numerati da 1 a 6, come sotto indicato. La fig. 9a e la fig. 9b illustrano il luogo di impiego di alcuni di questi gruppi in ambiente stradale. Un’indicazione relativa a quale classe di dispositivo di coronamento o di chiusura dovrebbe essere utilizzata, viene fornita tra parentesi per ciascun gruppo. La scelta della classe appropriata ricade sotto la responsabilità del progettista. Se esiste un dubbio, è il caso di scegliere la classe superiore.

GRUPPO 1 (Classe A 15 Minima, carico di rottura> 15kN – 1,5 tonn.)
Zone che possono essere utilizzate esclusivamente da pedoni e ciclisti.

GRUPPO 2 (Classe B 125 Minima, carico di rottura> 125kN – 12,5 tonn.)
Marciapiedi, zone pedonali ed assimilabili, aree di sosta e parcheggi multipiano per automobili.

GRUPPO 3 (Classe C 250 Minima, carico di rottura> 250kN – 25 tonn.)
Per dispositivi di coronamento dei pozzetti di raccolta installati nella zona dei canaletti di scolo, lungo il bordo dei marciapiedi (fig. 9a) che, misurata dal bordo, si estenda per 0,5 m al massimo nella carreggiata e per 0,2 m al massimo sui marciapiedi.

GRUPPO 4 (Classe D 400 Minima, carico di rottura> 400kN – 40 tonn.)
Carreggiate di strade (comprese le vie pedonali), banchine transitabili (fig. 9b) e aree di sosta per tutti i tipi di veicoli stradali.

GRUPPO 5 (Classe E 600 Minima, carico di rottura> 600kN – 60 tonn.)
Aree soggette a forti carichi per asse, per esempio pavimentazioni di porti e aeroporti.

GRUPPO 6 (Classe F 900 Minima, carico di rottura> 900kN – 90 tonn.)
Aree soggette a carichi per asse particolarmente elevati, per esempio pavimentazioni di aeroporti.

il certificato deve riportare:

– Nome o sigla del marchio dell’Ente di certificazione, che deve corrispondere a quello riportato sul prodotto.
– Numero del certificato
– Nome dell’azienda che ha ottenuto la certificazione
– Norma secondo la quale è stata richiesta la certificazione
– Descrizione del tipo di prodotto oggetto della certificazione
– Denominazione commerciale identificativa dei singoli articoli certificati
– Data di scadenza e di emissione della certificazione

certificato

Chiusini e sistemi di raccolta acque:

I prodotti trattati dalla Geatti Arnaldo SpA

Hai bisogno di assistenza o di un preventivo personalizzato?